Un luogo che non esiste

Ti vidi quella sera dal fondo della sala e capii subito che ti avrei portato ogni notte con me, dietro la tenda, per il resto della vita, perché solo lì posso stare con te, nell’unico luogo in cui vengono fuori le cose dalla mia testa. Nascosta dietro quel telo ballo con te, ridiamo e ci diciamo le cose sottovoce. Poi la musica finisce e tu sei di nuovo altrove, tra le cose belle che ti somigliano, lontane da me, la tenda si posa sul vetro freddo e io torno al mio posto.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s